DiAli

L’invidia e il veleno più pericoloso per l’umanità

Ciao anime in cammino, oggi voglio parlare di questo sentimento così diffuso purtroppo.

L’invidia quel sentimento che si insinua nel cuore e nella mente di chi non riesce ad essere semplicemente felice e cogliere l’opportunità di prendere esempio e di migliorare la sua vita, la sua situazione o la sua posizione.

Sono certa che ognuno di noi abbia avuto a che fare con una o più persone che hanno mostrato questo sentimento nei vostri confronti.

Oggi, in questa giornata di 18 novembre mi rendo conto che questa tematica e presente nella mia vita, e le ferite che alcune persone hanno causato oggi stanno urlando per essere viste, e per guarirle. Mi rendo conto di aver lavorato tanto tantissimo, sul perdono e sul distacco da chi ho notato negli anni poca sincerità e gioia per i miei traguardi ma questo non vuol dire che io non abbia sofferto, ma forse prima cercavo di illudermi che va bene così. Oggi invece voglio dire la verità, soprattutto a me stessa, voglio permettermi di sentire quelle ferite, di dare una risposta a tutti quei dubbi che queste ferite mi hanno creato. Di abbracciare la mia autostima e di chiedermi scusa, scusa per aver creduto di essere io quella sbagliata, scusa di aver creduto che non fossi in grado di attingere i miei obbiettivi, voglio chiedermi scusa di aver messo su un piedistallo persone che mi remavano contro invece che me stessa. Oggi voglio permettermi di lasciare che quella maschera cada finalmente e dire che vi ho visto, so chi siete e sono felice che ci siamo allontanati e no, non sto sentendo la vostra mancanza, neanche rimpiango quel che è stato, sono solo consapevole che ho imparato una lezione, una grande lezione. Prima vengo io, è ciò che voglio costruire e meglio se me lo tengo per me, perché sono tutti amici fin quando non stai meglio di loro.

Continuerò a lavorare su questa tematica perché mi rendo conto che non sono guarita totalmente, ma abbraccerò questa luna nuova che sta per arrivare e seminerò il mio desiderio di crescere di andare avanti, con il cuore più leggero, perché finalmente ho buttato fuori ciò che ho taciuto per anni.

Sono libera e ho fatto il primo passo di guarigione verso me stessa.

Vi auguro di guarire, per voi, per il vostro massimo bene.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Carrello chiudi